Croazia verso la legalizzazione, in Italia o abbracciamo il progresso o lo subiremo

Ennesima nazione europea che si appresta a legalizzare. La strada è ancora tutta da percorrere ma è avviata, la proposta è del partito “per lo sviluppo sostenibile della Croazia” che vuole come primo passo che venga affrontato un dibattito pubblico volto ad informare adeguatamente la popolazione, un’idea stupenda! La conoscenza è la base per il progresso e l’unico ostacolo reale alla legalizzazione della cannabis, oltre agli interessi economici di alcuni, è l’ignoranza. Come ci spiega Il Post si pensa ad una liberalizzazione con controllo statale ma lasciando una buona dose di libertà ai privati, sia per creare un mercato controllato ed al contempo competitivo, sia probabilmente per combattere il mercato nero che si svilupperebbe maggiormente con troppe restrizioni. Inoltre permettendo di coltivare 9 piante a persona per uso personale, si scoraggerebbe molto il narcotraffico di matrice mafiosa a vantaggio dell’economica, ecologica ed etica autoproduzione.

In Italia purtroppo a causa di una destra particolarmente interessata a preservare gli interessi della malavita e di una sinistra che non ha alcun coraggio, si rischia di perdere il treno o di prenderlo troppo in ritardo. In Europa molte nazioni stanno valutando la legalizzazione ed i primi che approderanno in questo mercato avranno enormi benefici che si ridurranno sempre più man mano che tutti legalizzeranno. Arrivare prima vuol dire per noi, ad ora, uscire dalla crisi, creare migliaia di aziende e con l’indotto centinaia di migliaia e forse anche milioni di posti di lavoro, incassare miliardi necessari a far quadrare i bilanci pubblici ed essere per una volta l’esempio da seguire e non lo stereotipo di paese retrogrado da deridere. Noi ci continuiamo a sperare e lottiamo informando, scrivendo, votando e lavorando per la legalizzazione. Fate tutti la vostra parte e non smettete mai di lottare per le giuste cause!

Condividi: