Costruendo con la canapa (e non solo) possiamo ridurre le emissioni di CO2 del 39%

L’edilizia tradizionale è responsabile del 39% delle emissioni totali di CO2, l’11% dovute alla costruzione degli edifici, il 28% alla loro gestione energetica (riscaldamento, raffrescamento). L’impatto ambientale dell’edilizia è quindi uno dei principali responsabili delle emissioni.

Ma cosa possiamo fare per ridurlo? Ebbene costruendo le nuove abitazioni e ristrutturando quelle vecchie con particolari criteri e materiali possiamo non solo ridurre l’impatto ambientale delle stesse ma anche azzerarlo!

Come è possibile? Costruendo un’abitazione utilizzando materiali che intrappolano CO2 nella loro struttura, come ad esempio il legno, la canapa e il bamboo l’impatto di CO2 di questi edifici può non solo venir ridotto ma diventare negativo, cioè intrappolando più anidride carbonica di quanta ne produca l’intero processo! Inoltre questi edifici sono termicamente più efficienti, se ben progettati non necessitano né di riscaldamento per l’inverno, né di raffreddamento durante l’estate.

Quali sono gli altri vantaggi? I vantaggi sono molteplici, oltre a quelli sopracitati che basterebbero già da sé, ne abbiamo altri! Il legno è più “elastico” del cemento e gli edifici con una struttura in tale materiale hanno proprietà antisismiche intrinseche. Inoltre questi vecchi-nuovi materiali sono producibili ovunque, con un impatto ambientale ridotto e senza deturpare l’ambiente con enormi cave. Altro vantaggio è la capacità ad esempio dei mattoni in calcecanapa di permettere la traspirazione, regolando l’umidità all’interno dell’edificio. A fine vita inoltre possono venir riciclati in diversi modi restando sempre una risorsa e mai un rifiuto.

Stiamo comunque ancora parlando degli albori della bioedilizia. Le stampanti 3d già producono oggetti utilizzando bioplastiche, in futuro anche questo potrebbe essere un sistema per costruire abitazioni o parti di esse da assemblare, partendo magari da scarti vegetali!

La materia prima non ci manca, le tecnologie nemmeno e possiamo solo fare passi avanti. Abbiamo inoltre necessità di compiere questi passi in fretta, il pianeta per come lo conosciamo non potrà tollerare ancora a lungo il nostro stile di vita scellerato e a farne le spese alla fine saremo noi. Vi lascio alla lettura di questo interessante articolo a riguardo e vi invito quando dovrete scegliere una casa o ristrutturarne una esistente di tener conto di questo approccio. Spenderete probabilmente qualcosina in più inizialmente, risparmiando poi a vita sulla gestione e sulla salubrità del vostro edificio e l’ambiente vi ringrazierà!

Condividi: